Seminario di David Gullette, Direttore letterario del Poet’s Theatre  di Boston  

 

Il 16 ottobre a Monte Cerignone a favore degli utenti del Gruppo Atena

Teatro e Poesia

Seminario di David Gullette, Direttore letterario del Poet’s Theatre  di Boston

 

Nell’ambito del laboratorio espressivo di teatro integrato “La Poesia è Sogno”, a cura del Teatro Universitario Aenigma di Urbino diretto dal 2013 da Vito Minoia e David Aguzzi presso le strutture gestite dal Gruppo Atena, nel corso dell’intera giornata di martedì 16 ottobre, si terrà il seminario “Teatro e Poesia” tenuto da David Gullette , Direttore letterario del The Poet’s Theatre di Boston / Stati Uniti, introdotto da Walter Valeri, Dramaturg dello stesso Poet’s Theatre e docente al Boston Conservatory dell’Università di Berkley.

Gullette, con gli strumenti della scrittura, si rivolgerà agli utenti dei Centri che costituiscono la Compagnia teatrale originatasi a seguito del lavoro di formazione condotto dal Teatro Aenigma e ne stimolerà la creatività, seguendo l’esempio tracciato da altri letterati di provenienza internazionale invitati a Monte Cerignone negli anni precedenti

Il poeta statunitense arriva in Italia per prender parte alla terza edizione del Festival internazionale di Poesia, Video e Arti Visive L’Orecchio di Dioniso (Forlì/Cesenatico, 12-15 ottobre 2018, http://www.festivaldellapoesia.com/) quest’anno dedicato a Tonino Guerra.

In un’intervista apparsa sulla Rivista La Macchina Sognante (www.lamacchinasognante.com), parlando della sua idea di teatro, proprio Tonino Guerra afferma: “Non esistono generi letterari o teorie a cui legarsi, tanto meno adeguarsi… tutto il bello, come si sa, è nel cercare”.

“Un poeta capisce subito cosa scrivere e come scriverlo. Spetterà alla sua arte, al suo talento, alle ore di lavoro fare il resto; senza dimenticare che occorre anche il lavoro e la fatica di chi legge. Ed è un punto di vista che, nei limiti del possibile, Tonino Guerra ha ribadito nel corso della sua opera grazie ad una testimonianza poetica e artistica unica” (Walter Valeri, direttore del Festival L’Orecchio di Dioniso).

La mission del The Poet’s Theatre dal 1950, quando è stato fondato a Cambridge/Boston, è quella di aspirare ad elevare le possibilità poetiche del teatro. Gullette e Valeri, membri dell’attuale direzione della storica compagnia statunitense, invitano il pubblico a condividere i linguaggi universali della poesia e del teatro, valorizzando ogni elemento: il testo, l’illuminazione, il movimento, il suono e lo spazio, con significati multipli, permettendo di esprimere l’altrimenti inesprimibile. Celebrano il lavoro dei poeti passati e presenti innovando modi di fare teatro che illuminano la vasta e bella diversità dell’esperienza umana.

I partecipanti al laboratorio di Monte Cerignone si cimenteranno con creazioni proprie stimolate dalle poesie di David Gullette tradotte per l’occasione da Pina Piccolo per gentile concessione dell’autore, dalla raccolta Questionable Shapes, 2017.

Ancora una proposta del Teatro Universitario Aenigma per il Gruppo Atena, fondato dal Dottor Ferruccio Giovanetti, significativamente impegnato a livello nazionale nella gestione di strutture residenziali per l’accoglienza di persone con differenziate necessità sanitarie e socio-assistenziali.

 

Ufficio Stampa Teatro Aenigma

Romina Mascioli– tel. 333 6564375  –  E.mail mascioli.uffistampa@alice.it

Nelle foto allegate:

  • David Gullette
  • Walter Valeri

 

Approfondimenti: David Gullette, Walter Valeri, Teatro Universitario Aenigma

David Gullette  ha studiato alle università di Harvard, Berkeley, Chapel Hill e Roma.  E’ stato uno dei fondatori della rivista Ploughshares ed è da numerosi anni il Direttore Letterario di The Poet’s Theatre. Tra i suoi lavori di traduzione, opere di Ugo Betti, Emanuele Tesauro, le poesie rivoluzionarie dei contadini di Solentiname in Nicaragua, e la prima edizione bilingue delle poesie del sacerdote rivoluzionario Gaspar Garcia Laviana. E’ redattore fondatore della casa editrice Fenway press.  il suo romanzo Dreaming Nicaragua  è stato pubblicato  nel 2011 e la sua raccolta di poesia Questionable Shapes  è uscita nel 2017.  E’ Professor Emritus  di Letteratura Inglese  al Simmons College di Boston  e vice presidente  del Newton  San Juan del Sur  Sister City Project.

Walter Valeri, MFA, MAXT/ART Institute at Harvard University in drammaturgia. Ha fondato nel 1973 a Cesenatico la rivista Sul Porto, del fare cultura in provincia. È stato assistente personale di Dario Fo e Franca Rame dal 1980 al 1995. Nel 1981 con Canzone dell’amante infelice (Guanda) ha vinto il premio internazionale di poesia Mondello. Nel 1985 a Londra ha fondato e diretto la rivista indipendente Il Taccuino di Cary. Ha scritto vari saggi di cultura teatrale. Ha fondato e diretto dal 2000 al 2007 il Cantiere Internazionale Teatro Giovani realizzato dalla Città di Forlì e Università di Bologna. Nel 2005 ha pubblicato l’antologia di versi Deliri Fragili (BESA). Ha tradotto vari testi di poesia, prosa e teatro. Nel 2006 ha fondato il Festival internazionale di poesia Il Porto dei Poeti. E’ autore di varie raccolte di poesia pubblicate in Italia e negli Stati Uniti. Collabora alle Riviste Teatri delle diversità e Sipario. È membro della direzione del The Poets’ Theatre di Cambridge. Vive negli Stati Uniti e insegna al Boston Conservatory e al MIT.

 

Il TEATRO AENIGMA  costituito legalmente nel 1990 in Associazione culturale cittadina universitaria Aenigma, svolge, presso l’Università di Urbino, una qualificata attività di ricerca nel campo della pedagogia teatrale e del Teatro per ragazzi e giovani. Sviluppa la propria attività, a livello nazionale, sia dal punto di vista produttivo che organizzativo. Attua iniziative di carattere pedagogico rivolte alla scuola e al territorio, articolate in laboratori e produzioni teatrali per e con i ragazzi, stage d’aggiornamento per insegnanti, operatori culturali e giovani. Sviluppa, inoltre, un qualificato studio sul linguaggio teatrale con finalità educative e sociali.

È tra i soci fondatori nel 1996 della Rivista Europea “Catarsi-Teatri delle diversità” e nel 2009 ne diviene editore, ampliando gli scopi di Informazione, Ricerca, Riflessione critica: raccogliere e far circolare notizie che intendono usare il teatro come strumento di formazione e di comunicazione, nei, per e dai mondi considerati “differenti”; farsi eco del lavoro scientifico che ha come scopo l’identificazione dei metodi che aprono le strade dell’Inclusione, attraverso l’acquisizione della cultura della convivenza, con pari dignità; sviluppo di un dibattito permanente fra le diverse culture e scuole di pensiero.

Nel 2011 coordina la nascita e tuttora ricopre l’incarico di presidenza del Coordinamento Nazionale di Teatro in Carcere.  Varie le esperienze condotte nei territori della disabilità (con un percorso approfondito di ricerca per il CSER “Margherita” di Casinina di Auditore gestito dalla Cooperativa Labirinto), del carcere (a Pesaro dal 2002 con la costituzione della compagnia “Lo Spacco” composta da attrici e attori reclusi e in continua e feconda interazione con adolescenti delle scuole cittadine), del disagio psichico (a Monte Cerignone e Monte Grimano dal 2013 dove sta sviluppando una sperimentazione nella REMS e nelle Comunità di accoglienza del Gruppo Atena per persone con disagio psichico).

Il Teatro Aenigma ha organizzato a Urbino nel 2006 il Sesto Congresso Mondiale del Teatro Universitario con il Patrocinio delle più alte cariche dello Stato. Dal 1990 a oggi ha allestito oltre quaranta spettacoli teatrali rappresentandoli in Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Belgio, Romania, Lituania, Polonia, Marocco, Grecia, Spagna, Slovacchia, Messico, Stati Uniti.

Vito Minoia, direttore artistico del Teatro Aenigma è studioso in discipline dell’educazione e dello spettacolo, esperto in teatro educativo interculturale e inclusivo presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. E’ autore o curatore di pubblicazioni a seguito di studi e ricerche condotte in campo educativo sul teatro interculturale di interazione sociale e di saggi in riviste specializzate pubblicati in italiano, inglese, spagnolo, francese in Europa e Sudamerica. Nel 2006 al Teatro Cortesi di Sirolo (AN) riceve il “Premio nazionale  Franco Enriquez per un teatro di impegno sociale e artistico”, l’11 giugno 2007 ritira al Piccolo Teatro di Milano il “Premio Nazionale della Critica Teatrale” per l’impegno a favore di una crescita qualitativa del Teatro Educativo e Sociale in Italia. Nel 2011 riceve il “Premio nazionale letterario Gramsci” promosso dall’ Associazione Casa natale Gramsci per la sezione “letteratura in lingua italiana” per il testo “Lettere dal carcere”, frutto di un lavoro drammaturgico con detenuti e detenute a Pesaro. Nel 2016 viene eletto a Manizales (Colombia) e confermato a Mosca (2018) Presidente dell’Associazione Mondiale del Teatro Universitario (AITU-IUTA), ricoprendo le proprie funzioni dal 2018 al 2022.

Ott 13, 2018 | Posted by in Eventi | 0 comments
Premium Wordpress Themes by UFO Themes