di Romina Balducci
Stile di vita e depressione: secondo un recente studio australiano, passare meno tempo davanti allo schermo e dormire di più possono prevenire la depressione.
La notizia arriva dal NICM Health Research Institute della Western Sydney University, che afferma come uno stile di vita sano abbia un impatto positivo sull’umore, tanto da scongiurare il rischio di depressione. “I risultati possono informare la politica sanitaria pubblica evidenziando ulteriormente l’importante rapporto tra le persone che vengono incoraggiate e sostenute per impegnarsi in una serie di attività che fanno bene alla salute. – afferma Jerome Sarris, co-autore principale dello studio –  In particolare, mantenere un sonno ottimale e ridurre il tempo trascorso davanti allo schermo, praticando un’attività fisica adeguata unita a una buona qualità della dieta, può ridurre i sintomi della depressione.”

Un team di ricerca internazionale ha scoperto che alcune scelte di stile di vita potrebbero avere un grande impatto sull’umore. Ciò include seguire una dieta di migliore qualità, fare più attività fisica e non fumare.

I ricercatori australiani hanno analizzato i dati della biobanca del Regno Unito di 85.000 persone per determinare l’impatto dello stile di vita sulla depressione. Hanno scoperto che l’attività fisica, una dieta sana e dormire tra le sette e le nove ore a notte erano associati a una minore frequenza di umore depresso. Il tempo trascorso davanti allo schermo e il fumo di tabacco erano associati in modo significativo a una frequenza maggiore di depressione.

“La ricerca è la prima valutazione di un’ampia gamma di fattori legati allo stile di vita e del suo effetto sui sintomi depressivi utilizzando il vasto set di dati sullo stile di vita e sull’umore della biobanca del Regno Unito”, ha affermato il co-autore principale Jerome Sarris, professore presso il NICM Health Research Institute della Western Sydney University.

“Sebbene le persone di solito sappiano che l’attività fisica è importante per l’umore, ora disponiamo di dati aggiuntivi che dimostrano che un sonno adeguato e meno tempo trascorso davanti allo schermo sono anch’essi fondamentali per ridurre la depressione”, ha affermato in un comunicato stampa universitario.

Secondo lo studio, il regime alimentare di una persona può essere parzialmente responsabile dell’esacerbazione di un umore depresso. Sempre secondo lo studio, sorprendentemente, un consumo di alcol più frequente era associato a una frequenza ridotta di depressione nei soggetti con depressione. Un motivo potrebbe essere che le persone affette da depressione si automedicano con l’alcol per gestire l’umore.

“I risultati possono informare la politica sanitaria pubblica evidenziando ulteriormente l’importante rapporto tra le persone che vengono incoraggiate e sostenute per impegnarsi in una serie di attività che fanno bene alla salute. In particolare, mantenere un sonno ottimale e ridurre il tempo trascorso davanti allo schermo [che è spesso un problema nei giovani], praticando un’attività fisica adeguata unita a una buona qualità della dieta, può ridurre i sintomi della depressione”, ha affermato Sarris.

Lo studio è stato pubblicato l’11 novembre sulla rivista BMC Medicine.

Fonte: msdmanuals.com

Categoria: Scienza&Salute

commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *